WHOOPS! 404
Contact Us

Contattateci per qualunque richiesta, risponderemo al più presto

WHOOPS! 404
Contact Us

Contattateci per qualunque richiesta, risponderemo al più presto

WHOOPS! 404
Contact Us

Contattateci per qualunque richiesta, risponderemo al più presto

SEE FOR ME: smart mobile audio-guide

U

na innovativa “smart audioguide” che può percepire  il contesto e interagire con gli utenti. Il sistema è capace di  riconoscere automaticamente le opere d’arte, comprendere ciò che il visitatore sta guardando e il contesto di visita, consentendo così un’interazione semi-automatica con il visitatore.  L’obiettivo è quello di implementare un sistema di computer vision in tempo reale capace di funzionare su wearable devices e utile per la classificazione degli oggetti e il riconoscimento di opere d’arte, al fine di migliorare l’esperienza della visita museale mediante il riconoscimento automatico del comportamento degli utenti.  E’ stato implementato su un NVIDIA Jetson TK1 e un NVIDIA Shield Tablet K1 e testato in un ambiente reale presso il Museo Bargello di Firenze.
(2016-2017 | supported by: Regione Toscana)

Le tecnologie digitali e mobili stanno sempre più diventando un fattore chiave nel contesto museale, utili per migliorare l’esperienza dei visitatori. Consentendo l’allestimento di visite interattive e personalizzate centrate sull’utente. La personalizzazione è considerata infatti un fattore che consente ai musei un cambio di rapporto con i propri visitatori. Non più un rapporto basato sul “parlare al visitatore” bensì una nuova narrazione basata sul “parlare con i visitatori,  passando così da un monologo unidirezionale a un dialogo che si orienta verso più direzioni.

La classificazione degli oggetti,  l’uso di sensori e la rilevazione dell’attività vocale aiutano a comprendere  la contestualizzazione della visita stessa. E’ possibile riconoscere se un visitatore sta parlando con altri o se la sua visone è coperta dalla presenza di qualcuno, comprendere se ci sono altre persone che lo accompagnano o se sta passeggiando da solo nel museo, capire se e cosa sta osservando in un particolare allestimento. Il riconoscimento dell’opera a cui è interessato permette di fornire al visitatore in modo automatico tutte le informazioni utili su quel determinato oggetto osservato in quel preciso istante. Consentendo inoltre anche la creazione di un profilo personalizzato e dinamico dell’utente,  basato sui suoi effettivi interessi reali:  che cosa e per quanto tempo ha osservato durante la visita.

INFO:
https://www.micc.unifi.it/projects/see-for-me/

Contact Us

Contattateci per qualunque richiesta, risponderemo al più presto