WHOOPS! 404
Contact Us

Contattateci per qualunque richiesta, risponderemo al più presto

WHOOPS! 404
Contact Us

Contattateci per qualunque richiesta, risponderemo al più presto

WHOOPS! 404
Contact Us

Contattateci per qualunque richiesta, risponderemo al più presto

WHOOPS! 404
Contact Us

Contattateci per qualunque richiesta, risponderemo al più presto

NEMECH

NEMECH New Media for Cultural Heritage è un Centro di Competenza su beni culturali istituito da Regione Toscana e attivato da MICC-Università di Firenze.

Scopri di più

Progetti di Ricerca

NEMECH sviluppa progetti di ricerca e soluzioni innovative su tecnologie digitali applicate ai beni culturali con imprese, enti e istituzioni nazionali e internazionali.

Scopri di più

Seminari e Corsi

NEMECH organizza il programma di formazione New Media for Art and Cultural Heritage  sui nuovi media e le tecnologie digitali per i beni culturali in un contesto di smart communities.

Scopri di più
  • ”L’applicazione delle tecnologie digitali e dell’informazione ai beni culturali può consentire nuove forme di interattività tra soggetti ed ambienti, favorire il superamento degli impedimenti, ridefinire il rapporto tra visitatore e opera, creare reti sociali di utenti che condividono interessi e contenuti.”

    Alberto Del Bimbo
    Alberto Del Bimbo Direttore NEMECH
  • "Le nuove tecnologie offrono alle istituzioni che si occupano di patrimonio culturale un modo nuovo di connettersi  con il pubblico.  Dove prima c’era spazio solo per un contenuto pre-definito, vi è  ora una produzione crescente di contenuti generati dagli utenti, che danno voce a diverse narrazioni. Questo dà ai musei e alle istituzioni culturali la possibilità di riposizionarsi come architetti o organizzatori di reti di conoscenza di nuova costituzione.”

    Margherita Sani
    Margherita Sani Istituto Beni Culturali Regione Emilia RomagnaExecutive Board NEMO - Network of European Museum Organisations
  • ”Una gestione e fruzione consapevole del Patrimonio Culturale è argomento chiave nell'ambito del World Heritage UNESCO. Accrescere questa consapevolezza tra istituzioni, cittadini e visitatori è uno dei nostri obbiettivi. Le tecnologie digitali e l'informazione sono lo strumento principale per rispondere a questa esigenza: ma la/le città e le sue/loro  istituzioni culturali sono in grado di dare una concreta applicazione a questi strumenti? Sembra che tutto questo sia vissuto come un accessorio, una moda e non una reale invariante... forse più che una rivoluzione "tecnologica" c'è bisogno di una rivoluzione "umanistica".

    Carlo Francini
    Carlo Francini Ufficio UNESCO Comune Firenze
  • "Sei eliche per ecosistemi dell'innovazione e dei beni culturali centrati a Firenze: concentrazione di patrimonio culturale materiale e immateriale, capacità di ricerca pubblica e confronto con le conoscenze di imprese e istituzioni, saper fare artigiano raffinato, tradizione del buon vivere, densità di enti ed associazioni culturali, crescita di bisogni personalizzati di esperienza turistica."

    Marco Bellandi
    Marco Bellandi UNIFI - Prorettore per Trasferimento tecnologico e Rapporti col sistema territoriale
  • ”La Visione artificiale, le tecnologie multimediali e sensoriali sono la sfida informatica per l' industria culturale e creativa: nuove interazioni uomo-arte ed arte-uomo; nuove soluzioni integrate per fruizione-preservazione ; nuove esperienze aumentate dal sapere collettivo-sapere individuale; nuovi servizi per un turismo organizzato e consapevole.”

    Rita Cucchiara
    Rita Cucchiara Università di Modena e Reggio Emilia
  • “La comunicazione è maschile, come ogni atto che nomina cio che è creato / Il primo che ha capito l'importanza di connettere l'intera umanità è stato Andy Warhol. Poi è arrivata la Rete / Socializzare arte e cultura significa scommettere sulle loro capacità di esistere   in ogni contemporaneità"

    Eugenia Romanelli
    Eugenia Romanelli Giornalista
  • "Un’applicazione non banale e scontata delle nuove tecnologie digitali e dell’informazione per un museo delle emozioni, capace di comunicare contenuti di altissimo livello culturale anche, e soprattutto, attraverso l’emozione, la suggestione, le sensazioni, di stimolare la fantasia, la creatività, l’immaginario di ogni fruitore verso un percorso di visita sempre più personale e personalizzato che non si esaurisce certo all’interno dei limiti fisici del contenitore museale."

    Lorenzo Greppi
    Lorenzo Greppi Architetto museografo, Fiesole (Fi)

NEMECH
Corsi e Per-Corsi

13/10

Percorso: MuseiEmotivi 2

25/02

Percorso: Musei Emotivi

01/07

Free Workshop: 2,5 D MOTION GRAPHIC

22/7

NEMECH
Events

National & International
Events

Social NEMECH

Contact Us

Contattateci per qualunque richiesta, risponderemo al più presto